Ultima modifica: 25 Novembre 2019

Pagamenti

icona-pagamentiINDICAZIONI PER QUOTA ASSICURATIVA E TASSE SCOLASTICHE

Le iscrizioni per ciascun anno devono essere accompagnate dal versamento del bollettino, relativo alla quota obbligatoria, come qui di seguito indicato:

Classi Quota assicurativa Bollettino Tasse Scolastiche erariali Bollettino
 Prime € 10,00 c/c. 1022608838
 Seconde € 10,00 c/c. 1022608838
 Terze € 10,00 c/c. 1022608838
 Quarte € 10,00 c/c. 1022608838 € 6,04(iscrizione*)+€ 15,13 (frequenza**)

Totale =€ 21,17

c/c 1016
 Quinte € 10,00 c/c. 1022608838 15,13 (frequenza)

 

c/c 1016

*Tassa di iscrizione: è esigibile all’atto dell’iscrizione ad un corso di studi secondari, dopo il compimento dei 16 anni da parte dello studente, e vale per l’intera durata del ciclo ed è devoluta integralmente all’Erario.

**Tassa di frequenza: deve essere corrisposta ogni anno, dopo il compimento dei 16 anni da parte dello studente. La tassa deve essere pagata per intero sia nel caso che l’alunno si ritiri dalla scuola sia nel caso che sia costretto ad interrompere la frequenza per motivi vari. In caso di trasferimento di uno studente da istituto statale ad altro statale, il pagamento è riconosciuto valido dalla nuova scuola.

Tali finanziamenti saranno rendicontati formalmente nell’apposita sezione del Programma annuale e del Conto Consuntivo, come da D.I. n. 129/2018

Si invitano coloro che non abbiano completato la propria iscrizione per l’anno scolastico in corso, a.s. 2019/20, di provvedere a perfezionare la propria posizione in tempi brevi.

La consegna del versamento del bollettino sarà possibile effettuarla

  • per la sede Einstein presso la segreteria didattica
  • per la sede Bachelet presso la Vicepresidenza
Dal Codice dell’Amministrazione Digitale
Capo I – Principi generali
Sezione II – Diritti dei cittadini e delle imprese
Art.5

1. Le pubbliche amministrazioni consentono, sul territorio nazionale, l’effettuazione dei pagamenti ad esse spettanti, a qualsiasi titolo dovuti, fatte salve le attività di riscossione dei tributi regolate da specifiche normative, con l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. A tal fine sono tenute:
a) a pubblicare nei propri siti istituzionali e sulle richieste  di pagamento i codici identificativi dell’utenza bancaria sulla quale  i privati possono effettuare i pagamentimediante bonifico;
b) a specificare i dati e i codici da  indicare obbligatoriamente nella causale di versamento.

 




Link vai su